201509.06
1
1

Non è responsabile il datore per l’ incidente che si sarebbe verificato anche in caso di osservanza delle norma protettiva violata

La titolarità di una posizione di garanzia non comporta, in presenza del verificarsi dell’evento, un automatico addebito di responsabilità colposa a carico del garante, imponendo il principio di colpevolezza la verifica in concreto sia della sussistenza della violazione – da parte del garante – di una regola cautelare (generica o specifica), sia della prevedibilità ed…

201505.27
0
0

È responsabile il datore anche in caso di lesioni del lavoratore procurate nello svolgimento di un compito non proprio

All’imputato era ascritto di aver omesso di adottare le misure necessarie a mantenere i pavimenti degli ambienti di lavoro e dei luoghi destinati al passaggio in condizioni tali da rendere sicuro il movimento ed il transito delle persone. Nella specie, il lavoratore era incorso nell’infortunio nell’esercizio di un compito che non era il suo. È…

201505.27
0
0

La posizione del direttore dello stabilimento è diversa dal direttore generale con delega in materia infortunistica

Il direttore dello stabilimento di una società per azioni è destinatario iure proprio, al pari del datore di lavoro, dei precetti antinfortunistici, indipendentemente dal conferimento di una delega di funzioni, in quanto, in virtù della posizione apicale ricoperta, assume una posizione di garanzia in materia antinfortunistica. Egli è pertanto responsabile di infortuni verificatisi per carenze…

201503.30
0
0

La condotta del lavoratore in contrasto con le direttive può escludere la responsabilità del datore in caso di infortunio

Il caso è quello di un lavoratore che svolgeva le mansioni di addetto alla foratrice ed allo strettoio; la foratrice si era inceppata a causa di una basetta (che fa parte del macchinario della foratrice) incastrata nei meccanismi di trazione; nonostante fosse a conoscenza della procedura idonea a sbloccare la foratrice in sicurezza, il lavoratore…

201501.30
0
0

II direttore tecnico di cantiere è responsabile dell’infortunio sul posto di lavoro?

Deve osservarsi come il riconoscimento di responsabilità in materia di prevenzione di infortuni sul lavoro presuppone la prova sicura dell’attribuzione delle funzioni o dell’ingerenza nell’organizzazione del cantiere. La qualifica di direttore tecnico può comportare anche solo compiti di sorveglianza tecnica attinente alla esecuzione del progetto. Né può definirsi ingerenza, da parte di questi nel campo…

201501.30
0
0

Se il lavoratore cade dalle scale, la responsabilità è sempre del datore?

Il datore di lavoro viene condannato perché il proprio dipendente era caduto da una scala che utilizzava in modo anomalo, in quanto non aveva adeguatamente formato e informato il lavoratore. Il fatto che il lavoratore avesse subito l’incidente, mentre svolgeva la sua ordinaria attività di lavoro utilizzando i mezzi di lavoro messigli a disposizione dall’azienda,…

201411.28
0
0

Il datore di lavoro risponde di infortunio sul lavoro anche in caso di lesione dell’estraneo?

La Corte di Cassazione affronta il tema se le misure di prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro sono poste a tutela dei lavoratori ovvero anche degli estranei. Si trattava, in particolare, dell’accesso abusivo in un’area di cantiere da parte di alcuni ragazzi, di cui uno era rimasto vittima di infortunio. È evidente che la…

201410.28
0
0

È rilevante sul piano penale il contributo causale del lavoratore all’evento infortunistico?

In tema di causalità, la colpa del lavoratore eventualmente concorrente con la violazione della normativa antinfortunistica addebitata ai soggetti tenuti ad osservarne le disposizioni non esime questi ultimi dalle proprie responsabilità, poiché l’esistenza del rapporto di causalità tra la violazione e l’evento – morte o – lesioni del lavoratore che ne sia conseguito può essere…