201809.08
0
0

Verifiche impianti AIA

Regolamento recante la definizione dei contenuti minimi e i formati dei verbali di accertamento, contestazione e notificazione dei procedimenti di cui all’articolo 29 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come modificato dall’articolo 18 del decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 104. DECRETO MINISTERIALE 28 marzo 2018, n. 94 (Pubblicato nella Gazz. Uff. 9…

201809.08
0
0

Per la realizzazione di un centro commerciale è indispensabile la V.a.s.

Nel caso di realizzazione di un centro commerciale è indispensabile la V.A.S. alla luce dell’art. 6, co. 2, T.U. Amb., che descrive le fattispecie di V.A.S. obbligatoria, salvo che … Cons. Stato, Sez. IV, sentenza del 22.03.2018 (per il commento integrale alla sentenza, Rassegna mensile della Giurisprudenza a cura di Salvatore Casarrubia, Rivista Ambiente&Sicurezza sul…

201809.03
0
0

Si può negare un’autorizzazione ambientale invocando il principio di precauzione?

Il principio di precauzione fa obbligo alle Autorità competenti di adottare provvedimenti appropriati al fine di prevenire i rischi potenziali per la sanità pubblica, per la sicurezza e per l’ambiente, ponendo una tutela anticipata … TAR Piemonte, sentenza del 22.01.2018 (per il commento integrale alla sentenza, Rassegna mensile della Giurisprudenza a cura di Salvatore Casarrubia,…

201609.01
0
0

AIA

DECISIONE 13 giugno 2016, n. 2016/1032. Decisione di esecuzione della Commissione che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT), a norma della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, per le industrie dei metalli non ferrosi. G.U.U.E. 30 giugno 2016, n. L 174.

201609.01
0
0

Piano regionale di gestione dei rifiuti: quando va impugnato immediatamente

Le prescrizioni del piano regionale dei rifiuti dirette, a limitare o a vietare del tutto la realizzazione (o l’ampliamento) di strutture di trattamento di rifiuti, sono assimilabili alle prescrizioni “conformative” della proprietà presenti nei piani urbanistici, per cui è onere dell’interessato impugnarle in osservanza del termine decadenziale a partire dalla pubblicazione dello strumento pianificatorio, indipendentemente…

201606.27
0
0

IPPC

Decisione 30 maggio 2016, n. 2016/902. Decisione di esecuzione della Commissione che stabilisce le conclusioni sulle migliori tecniche disponibili (BAT), a norma della direttiva 2010/75/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, sui sistemi comuni di trattamento/gestione delle acque reflue e dei gas di scarico nell’industria chimica [notificata con il numero C(2016) 3127] (Testo rilevante ai…

201605.05
0
0

Modulistica AIA

Ministero dell’Ambiente. Definizione del formato della modulistica da compilare per la presentazione della domanda di autorizzazione integrata ambientale di competenza statale, con specifico riferimento alla presentazione delle informazioni necessarie al fine del riesame ex articolo 29-octies, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. Decreto del Direttore Generale per le valutazioni e le autorizzazioni ambientali…

201605.05
0
0

Rapporto AIA e disciplina urbanistica

La disciplina ambientale palesa un costante e stretto collegamento a quella urbanistica. In particolare, l’articolo 29 quater, co. 5, del TUA sottopone il rilascio dell’AIA al modulo operativo della conferenza di servizi di cui alla L. n. 241/1990, avendo cura di specificare che debbano essere invitate, oltre alle Amministrazioni competenti in materia ambientale, quelle competenti…

201512.17
0
0

Per la localizzazione delle singole opere non è necessaria la VAS, fermo restando la VIA

Il piano non è una trama ricostruttiva che serve a cogliere il collegamento esistente tra un insieme di elementi singoli, ma un atto amministrativo, in cui si esterna l’impegno programmatico della pubblica amministrazione in un determinato settore ed è il derivato principale del principio della necessaria predeterminazione dell’attività amministrativa. Resta, in ogni caso, che quando…

201510.05
0
0

Nuovi codici CER e aumento della capacità di stoccaggio del precedente impianto: è un impianto nuovo

Il progetto di ampliamento, di un precedente impianto, che preveda l’introduzione di nuovi codici CER e un aumento delle capacità di stoccaggio, porta a qualificare quanto proposto come un «nuovo impianto», con tutte le conseguenze che ne derivano sul piano delle autorizzazioni. Consiglio di Stato, sentenza del 18.06.2015