201410.28
0
0

Quando la modifica della destinazione d’uso originaria richiede il permesso di costruire

L’esecuzione di opere interne che trasformino l’originaria destinazione di un locale (nella specie un locale cantina destinato a mini-appartamento) integra la fattispecie penale laddove priva di permesso per costruire . Solo laddove la modificazione della destinazione d’uso non sia costituita da opere (anche interne) può ritenersi sufficiente la semplice D.I.A. (oggi S.C.I.A.). Cass. pen., sentenza n. 36730 del 3 settembre 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *