201908.03
0
0

Compilazione del formulario: la data di accettazione a destinazione deve corrispondere a quella di arrivo del carico in impianto?

Il caso riguarda la corretta compilazione dei formulari di identificazione dei rifiuti, in particolare, con riferimento alla casella n. 11, riservata al «Destinatario», dove vanno riportati la data e l’ora di accettazione del carico in impianto. La Provincia di Ascoli Piceno riscontrava che alcuni formulari riportavano una data di accettazione in impianto distante di qualche…

201809.03
0
0

Criteri di ammissibilità in discarica dei rifiuti provenienti da altri impianti di rifiuti: obbligo di analisi e principio di esaustività

Per tale rifiuto, essendo prevista l’identificazione della fonte che lo genera per la caratterizzazione di base, la previsione è evidentemente ultronea ove si richiedesse in ogni caso un’analisi quantitativamente esaustiva … Cass. pen., Sez. IV, sentenza del 09.02.2018 (per il commento integrale alla sentenza, Rassegna mensile della Giurisprudenza a cura di Salvatore Casarrubia, Rivista Ambiente&Sicurezza…

201605.05
0
0

Progettazione e gestione delle discariche: quali limiti sono superabili dalle regioni?

La materia ambientale, cui va ricondotta la regolamentazione dell’attività di progettazione e gestione delle discariche, ricade nell’ambito della potestà legislativa esclusiva dello Stato. La Regione può statuire, in materia, o ai sensi dell’art. 196, co. 1, lett. o), del TUA, per «la definizione dei criteri per l’individuazione dei luoghi o impianti idonei allo smaltimento e…

201411.28
0
0

Discarica non autorizzata e responsabilità del proprietario del terreno

Il proprietario di un terreno non risponde dei reati di realizzazione e gestione di discarica non autorizzata, anche in caso di mancata attivazione per la rimozione dei rifiuti, a condizione che non compia atti di gestione o movimentazione dei rifiuti, atteso che tale responsabilità sussiste solo in presenza di un obbligo giuridico di impedire la…

201410.28
0
0

Legittimo il diniego di autorizzazione per distanza non “sufficiente” da altro impianto smaltimento rifiuti

È legittimo il diniego di autorizzazione alla realizzazione dell’impianto sul presupposto che, secondo il Piano Regionale Rifiuti, l’impianto oggetto dell’autorizzazione non si trovi ad una distanza sufficiente da un precedente impianto preesistente, quest’ultimo ancorché non in esercizio, purché già localizzato e realizzato. Consiglio di Stato, sentenza del 28 luglio 2014

201312.20
Off
0

Il percolato utilizzato per l’abbassamento del battente idraulico non è rifiuto

L’Allegato 1 al D.Lgs. 36/2003 al punto 2.3 prevede che la concentrazione del percolato può essere autorizzata solo nel caso in cui contribuisca all’abbassamento del relativo battente idraulico, per cui in tal caso il concentrato può rimanere confinato all’interno della discarica. Al concentrato così prodotto non possono essere applicati i coefficienti previsti per l’ammissibilità dei…